Leggere Dante ai tempi del COVID-19

Leggere Dante ai tempi del COVID-19

In occasione del primo “Dante dì” (25 marzo 2020) abbiamo deciso di avviare un ciclo di brevi “lecturae Dantis” a cura del prof. Bruno Germano, Presidente della Fondazione Sapegno: è il nostro modo di continuare a stare con voi e di tentare di alleviare la vostra solitudine in queste lunghe giornate a casa.

Buon ascolto!

 

Lettura del canto XVII del Paradiso

Lettura del canto V dell’Inferno

Lettura del canto X dell’Inferno

 

#Dantedì
#ioleggoacasa
#iorestoacasa e leggo Dante!
#IlMaggioDeiLibri
IlMaggioDeiLibri
Centro per il libro e la lettura

 

Morgex, paese del Bookcrossing!

Morgex, paese del Bookcrossing!

La ditta che sta costruendo il Parco della Lettura di Morgex ha dovuto interrompere i lavori in ragione dell’emergenza epidemiologica in corso e nel verbale di sospensione non è stato possibile indicare una presunta data di riapertura del cantiere.

Questa notizia comporta il conseguente slittamento dell’inaugurazione del Parco e di tutte le attività ad essa connesse. Il concorso “Morgex, paese del bookcrossing” resta comunque attivo, anche se ci troviamo costretti a rinviarne la scadenza a data da destinarsi.

Ringraziamo sentitamente quanti hanno aderito sinora all’iniziativa e preghiamo tutti gli altri di trasmetterci comunque le loro iscrizioni via mail: segreteria@sapegno.it, con l’invito ad approfittare di questo “tempo sospeso” per costruire, magari con l’aiuto dei bambini a casa, le postazioni di bookcrossing*.

Siamo naturalmente molto dispiaciuti per questo rinvio perché abbiamo lavorato con grande impegno per inaugurare il Parco in occasione della Giornata mondiale del Libro (23 aprile), ma siamo altrettanto certi della Vostra comprensione.

Con molti cordiali saluti e l’augurio di rivederci presto (intanto #restiamo a casa!)

 

Giulia Radin

 

Direttore

Fondazione Natalino Sapegno Onlus

 

*A proposito del termine “bookcrossing” ci preme sottolineare, a fronte di alcune riserve che ci sono state espresse, che l’impiego di un forestierismo (cioè di una parola in lingua straniera) è stato dettato dalla mancanza di un vocabolo corrispondente nella lingua italiana. La Fondazione Sapegno è da sempre impegnata nella promozione dello studio della nostra lingua e della nostra tradizione letteraria: se avessimo potuto far ricorso a un’altra parola, lo avremmo fatto, ma esistono vocaboli stranieri entrati correntemente nella nostra lingua senza essere tradottiquali computerleadergarage e più recentemente bookcrossing (di cui sono state fornite varie traduzioni, senza che esista un vocabolo corrispondente unico e inequivocabile).

 

Modulo di iscrizione al concorso

La Fondazione Natalino Sapegno Onlus comunica che, conformemente a quanto stabilito dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 1° aprile 2020, la Biblioteca, l’Archivio e il Biblio-Museo del Fumetto saranno chiusi al pubblico almeno sino al 13 aprile, salvo ulteriori disposizioni adottate in relazione all’emergenza epidemiologica.

Inoltre, recependo le indicazioni del DPCM 22 marzo 2020, il personale della Fondazione sarà operativo esclusivamente in modalità smartworking. Potete pertanto contattarci via mail (direzione@sapegno.it / segreteria@sapegno.it) o al numero 333 4464369.

Sono altresì annullati gli eventi culturali e le attività didattiche organizzati dalla Fondazione Sapegno almeno sino al 13 aprile compreso, salvo ulteriori proroghe.

 

Morgex, 6 aprile 2020

Il direttore

Giulia Radin

Bando “Il patrimonio culturale Alcotra raccontato dai giovani artisti” – Progetto di Coop. Transfrontaliera I/F – ALCOTRA 2014/2020 Pa.C.E. – progetto singolo Far conoscere.

Bando “Il patrimonio culturale Alcotra raccontato dai giovani artisti” – Progetto di Coop. Transfrontaliera I/F – ALCOTRA 2014/2020 Pa.C.E. – progetto singolo Far conoscere.

“IL PATRIMONIO CULTURALE ALCOTRA RACCONTATO DAI GIOVANI ARTISTI”: UN BANDO DEL PROGRAMMA ALCOTRA FRANCIA/ITALIA PER RAGAZZI E RAGAZZE DI 18-23 ANNI.

Far raccontare il patrimonio culturale – inteso nella sua accezione materiale e immateriale – di un territorio ai ragazzi e alle ragazze che vi abitano, invitandoli a creare nuove opere d’arte: è questo l’obiettivo del bando promosso dalla Regione Autonoma Valle d’Aosta e dai partner del Piano Integrato Tematico Pa.C.E.-“Patrimonio Cultura Economia” (finanziato nell’ambito del programma di cooperazione transfrontaliera Italia/Francia Alcotra 2014-2020) per favorire la conoscenza dei beni culturali meno noti al grande pubblico e potenziare, di conseguenza, il turismo nell’area transfrontaliera a cavallo tra le Alpi francesi e italiane.
Al bando possono partecipare i giovani, residenti o domiciliati in Valle d’Aosta, nelle province di Imperia, Torino o Cuneo e nei départements della Savoie, la Haute-Savoie, le Alpes de Haute-Provence e le Alpes Maritimes, che al 31 gennaio 2020 abbiano un’età compresa fra i 18 e i 23 anni. Diversi i linguaggi artistici ammessi: video arte o cortometraggi, pittura, grafica, fotografia, scultura o installazioni, fumetto o testo narrativo.
Le opere d’arte presentate dai concorrenti verranno valutate alla fine della primavera 2020 da una giuria transfrontaliera che selezionerà un massimo di 48 lavori in vista dell’allestimento di tre esposizioni itineranti e della pubblicazione di un catalogo collettivo, nel quale verranno valorizzati tanto i beni culturali raccontati dai giovani artisti attraverso le loro opere, quanto gli artisti stessi e le loro creazioni.
Agli autori delle opere selezionate verrà inoltre offerto un seminario residenziale della durata di una settimana presso la Tour de l’Archet di Morgex (Valle d’Aosta), in occasione del quale seguiranno lezioni e workshop tenuti da esperti nelle tecniche artistiche da loro scelte e da esperti in comunicazione dei beni culturali, allestimenti espositivi, marketing e strategie culturali.
Le scadenze: entro il 31 gennaio 2020 gli interessati dovranno inviare alla Fondazione Natalino Sapegno (che interviene nel progetto in qualità di soggetto attuatore della Regione Autonoma Valle d’Aosta) una domanda di iscrizione nella quale preciseranno il bene culturale che intendono raccontare con una loro opera d’arte inedita.
I dossier con la documentazione fotografica atta a presentare l’opera d’arte realizzata dovranno pervenire entro il 5 maggio 2020.
Il testo completo del bando è disponibile sui siti web istituzionali di tutti i partner del PITEM Pa.C.E. e sul sito web della Fondazione Sapegno.

Per maggiori informazioni: segreteria@sapegno.it


« LE PATRIMOINE CULTUREL D’ALCOTRA RACONTÉ PAR DE JEUNES ARTISTES »: UN APPEL À PROJETS DU PROGRAMME ALCOTRA FRANCE/ITALIE POUR LES LES GARÇONS ET LES FILLES AGES DE 18 A 23 ANS

Faire raconter le patrimoine culturel – au sens matériel et immatériel – d’un territoire aux garçons et aux filles qui y vivent, en les invitant à créer de nouvelles oeuvres d’art : c’est le but de l’appel à projets que promeuvent la Région Autonome Vallée d’Aoste et ses partenaires du Plan Intégré Thématique Pa.C.E. – « Patrimoine Culture Économie » (admis au financement dans le cadre du programme de coopération transfrontalière Italie/France Alcotra 2014-2020) afin d’encourager la connaissance des bien culturels les moins connus par le grand public et de développer, par conséquence, le tourisme dans la région transfrontalière des Alpes françaises et italiennes.
Peuvent participer à l’appel tous les jeunes, résidant ou domiciliés en Vallée d’Aoste, dans les province d’Imperia, Turin ou Cuneo et dans les Départements de la Savoie, la Haute-Savoie, les Alpes de Haute-Provence et les Alpes Maritimes âgés de 18 à 23 ans au 31 janvier 2020.
Les langages artistiques admis sont nombreux : art vidéo et courts métrages, peinture, arts graphiques, photographie, sculpture et installations, bande dessinée, texte narratif.
Les oeuvres d’art présentées seront évaluées à la fin du printemps 2020 par un jury transfrontalier qui sélectionnera un maximum de 48 travaux dans la perspective de mettre en place trois expositions itinérantes et de publier un catalogue collectif, qui valorisera les biens culturels racontés par les jeunes artistes à travers leurs oeuvres d’art aussi bien que les artistes eux-mêmes et leurs nouvelles créations. Aux auteurs des oeuvres d’art sélectionnées sera en outre offert un séminaire en résidence d’une semaine à la Tour de l’Archet de Morgex (Vallée d’Aoste), pendant lequel ils suivront des cours et des workshop donnés par des experts dans les techniques artistiques choisies pour cet appel à projets ainsi que par des experts en communication du patrimoine culturel, expositions, stratégies et marketing culturels.
Les délais : les personnes intéressées devront transmettre au plus tard le 31 janvier 2020 à la Fondation Natalino Sapegno (qui participe au projet en tant que sujet délégataire de la Région Autonome Vallée d’Aoste) leur demande d’inscription tout en précisant le bien culturel qu’elles ont l’intention de raconter par une oeuvre d’art inédite.
Les dossiers concernant les oeuvres devront être reçus en revanche au plus tard le 5 mai 2020.
Le texte complet de l’appel à projets est disponible sur les sites internet institutionnels de tous les partenaires du PITEM Pa.C.E. et sur le site internet de la Fondation Sapegno.

Pour plus d’infos : segreteria@sapegno.it

 

Concorso letterario “Scrivere con gioia”

Concorso letterario “Scrivere con gioia”

SCRIVERE CON GIOIA

Concorso letterario per gli studenti delle scuole secondarie di primo grado valdostane

 

Nell’ambito del progetto “Famille à la montagne entre nature et culture” (finanziato dal Programma Interreg V-A Italia/Francia 2014-2020, progetto n. 1501: http://www.comune.morgex.ao.it/index.php/240-art-famille-mont-17), questa Fondazione “Centro di studi storico-letterari Natalino Sapegno Onlus”, presso la quale è stato depositato nell’estate 2015 l’archivio dell’Associazione “Scrivere con gioia”, promuove un concorso letterario rivolto agli studenti di tutte le scuole secondarie di primo grado delle istituzioni scolastiche valdostane.

L’iniziativa, con la quale si intende perpetuare il ricordo della prof.ssa Alberta Sarti, ha il duplice obiettivo di valorizzare le attività di scrittura creativa che molti insegnanti realizzano nelle loro classi e nel contempo affiancare i docenti nel compito di promuovere la lettura presso i loro studenti e arricchirne il bagaglio lessicale.

 

Leggi il Regolamento

 

Vai alle edizioni precedenti