Buon Dantedì 2021!

Buon Dantedì 2021!

 

La Fondazione Natalino Sapegno si unisce ai festeggiamenti del Dantedì 2021 pubblicando il testo di una conferenza tenuta da Natalino Sapegno nel 1965,* che celebra «l’alto e perenne insegnamento di Dante» e, nel contempo, sottolinea la vibrante umanità del poeta e dei suoi personaggi, la forza prorompente della sua lingua e la funzione catalizzatrice del suo nome per gli Italiani (e non solo).

“Alto e perenne” è pure il magistero di Sapegno, che la Fondazione a lui intitolata perpetua e trasmette alle nuove generazioni grazie alla collaborazione con numerosi docenti e atenei, italiani e stranieri.

Siamo pertanto particolarmente lieti di annunciare il programma del seminario di alta formazione previsto dal 13 al 18 settembre 2021 sul tema Dante e la letteratura dell’Occidente, che si concluderà con il conferimento del “Premio di storia letteraria Natalino Sapegno 2021” a tre illustri studiosi stranieri, dei quali la Fondazione ha voluto riconoscere l’impegno nell’analisi dell’opera dantesca e nella valorizzazione dell’Alighieri all’estero: Teodolinda Barolini (Columbia University), John Took (University College London) e Rossend Arqués Corominas (Universitat Autònoma de Barcelona).

L’iniziativa, posta sotto il patrocinio del Comitato Nazionale per le celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, è rivolta a 30 dottorandi provenienti da 21 università italiane, francesi e svizzere (ma è aperta anche a tutte le persone interessate, che potranno seguire i lavori in qualità di uditori), che stanno portando avanti progetti di ricerca incentrati sull’Alighieri, dimostrando la vitalità e la pervasività della sua opera immortale.

Per festeggiare il 700° anniversario della morte di Dante Alighieri il nostro Comitato scientifico ha inoltre impaginato, a partire dall’estate, un ricco programma di iniziative in presenza e on-line, fra le quali iniziamo a segnalare:

-un ciclo di incontri letterari sul tema “Amor, ch’a nullo amato amar perdona”, con gli interventi di Piero Boitani, Donato Pirovano e Rita Giuliani;

-un’esposizione, a cura di Enrico Fornaroli, incentrata sulle illustrazioni del Maestro Lorenzo Mattotti per l’edizione Nuages dell’Inferno;

-il convegno Dante e la scuola, previsto ad Aosta il 10 novembre 2021, con gli interventi dei proff. Luca Serianni, Silvia Tatti, Giuseppe Patota, Ugo Cardinale, Stefano Carrai, Claudio Giunta, Bruno Germano.

 

Continuate a seguirci!

 

*La Conferenza tenuta dal prof. Natalino Sapegno al Teatro comunale di Ferrara il 13 aprile 1965, in occasione dell’apertura delle celebrazioni del 7° centenario della nascita di Dante Alighieri è rimasta inedita sino al 2015, quando è stata pubblicata sul “Bollettino di Italianistica. Rivista di critica, storia letteraria, filologia e linguistica”, anno XII, n. 1, 2015, pp. 100-110.

Premio “Il maggio dei libri 2020” alla Fondazione Sapegno

Premio “Il maggio dei libri 2020” alla Fondazione Sapegno

PREMIO “IL MAGGIO DEI LIBRI 2020” ALLA FONDAZIONE NATALINO SAPEGNO Onlus

 

Venerdì 5 marzo 2021 si è svolta la cerimonia di conferimento dei premi relativi al “Premio Il Maggio dei Libri 2020” promosso dal Centro per il Libro e la Lettura del MIBACT.

Fra i progetti selezionati dalla Commissione tra le oltre 18.000 attività organizzate all’insegna della passione per la lettura nell’ambito del “Maggio dei Libri 2020” anche la pre-inaugurazione virtuale del Parco della Lettura di Morgex, organizzata lo scorso 23 aprile dalla Fondazione Natalino Sapegno Onlus, vincitrice del Premio nella categoriaAssociazioni culturali, istituti culturali, centri studi e ricerche”.

La Commissione incaricata dal CEPELL ha inteso premiare le iniziative in grado di portare il libro fuori dai contesti tradizionali, che abbiano dato spazio allo scambio fra linguaggi diversi e che siano state caratterizzate da elementi di continuità e di replicabilità, originalità e fattibilità: elementi riconosciuti alla lettura musicata organizzata nel cantiere del Parco lo scorso 23 aprile con l’intento di festeggiare comunque, come ogni anno, la Giornata Mondiale del Libro. Anche se i lavori erano stati fermati dall’emergenza e sarebbe stato pertanto impossibile inaugurare il Parco, come previsto, in quella data, ci era parso infatti doveroso lanciare un segnale di speranza alla comunità, fortemente provata dalla pandemia, attraverso la lettura musicata de “L’uomo che piantava gli alberi” di Jean Giono, il libro scelto per avviare le attività di gioco, scrittura e osservazione del Parco (aperto poi al pubblico il 12 settembre scorso).

Sentire le note della viola risuonare in un paese immerso in un silenzio e in un’inattività quasi irreali, e ascoltare il messaggio di Giono, che ci insegna quanto ciascuno di noi può fare per il bene del pianeta e della comunità, è stato commovente e nello stesso tempo incoraggiante, potente, arricchente.

Non avremmo mai immaginato che a quel dono se ne sarebbe aggiunto un altro, del tutto inatteso, che accogliamo con commossa gratitudine e ringraziando tutti i collaboratori che hanno reso possibile questa iniziativa apportando un prezioso contributo – umano, professionale e progettuale – all’ideazione del Parco della Lettura, realizzato grazie al progetto di cooperazione territoriale transfrontaliera “Famille à la montagne entre nature et culture” (programma Interreg V-A Alcotra Francia/Italia 2024-2020), e consentendo a Morgex di entrare a far parte delle “Città che leggono 2020-2021”.

Potete rivedere la premiazione sulla pagina facebook del Cepell al seguente link: https://www.facebook.com/cepell/videos/243007677493154.

 

www.parcodellalettura.eu

 

  “L’uomo che piantava gli alberi” (Morgex, 23 aprile 2020): il servizio dedicato dal TG3 della Regione Autonoma Valle d’Aosta

         https://www.youtube.com/watch?v=Ltz0Rl9Joug

 

  Il Parco della Lettura di Morgex: meta ideale per famiglie e scolaresche

         https://www.youtube.com/watch?v=tubflJcEj4o

 

  Per maggiori informazioni sul Cepell e sul Premio “Il Maggio dei Libri”:

         https://www.cepell.it/it/il-centro-left/notizie/notizia/640-premio-il-maggio-dei-libri-2020-i-vincitori.html

 

Stefania Tagliaferri legge, accompagnata da Claudia Desandré alla viola, “L’uomo che piantava gli alberi” di Jean Giono.